Logo
focsiv

Idee, spunti, esperienze e abitudini per cambiare vita e portare il "benvivere" sano, solidale ed ecologico a casa nostra e intorno a noi.


L'autore:

Andrea 6Andrea Saroldi è sposato, ha tre figli e vive a Torino. Come fosse un hobby, si dedica ai gruppi di acquisto e alle reti di economia solidale come strumenti per il benvivere. Su questi temi ha scritto numerosi articoli. Ha pubblicato, da solo o insieme ad altri autori, "Giusto movimento", "Invito alla sobrietà felice", "Gruppi d'acquisto solidale", "Costruire economie solidali", "Il capitale delle relazioni", "Un'economia nuova, dai gas alla zeta".

E' tra i curatori dei siti www.retegas.org www.retecosol.org e www.economiasolidale.net. 

 

 

 

 

 

Finalmente la luce

E' possibile consumare energia da fonti rinnovabili ed allo stesso tempo partecipare a percorsi di energia positiva. Si tratta di una storia un po' sofferta e avventurosa, perché per un consumatore critico è complicato orientarsi nel mondo dell'energia; come in tutte le filiere lunghe, anche qui conviene muoversi in gruppo.

Leggi Tutto

La borsa e i valori

"Ma allora esistete!", così mi ha apostrofato una signora durante un incontro con un produttore dopo che avevo presentato la realtà dei Gas locali.

Leggi Tutto

Già, le motivazioni...

Ammetto di non essere un granché nel comunicare la necessità di un cambiamento; mi sembra talmente evidente il fatto che così non funzioni, che mi dimentico di spiegare il motivo delle mie scelte.

Leggi Tutto

Dedicato al vino di Chiomonte

I Gas sono fatti così: vogliono conoscere direttamente i produttori - in una relazione faccia a faccia - e affrontano le problematiche del cibo in modo analogo, potremmo dire "di pancia".

Leggi Tutto

Tra profumo di limoni e onde convogliate

In questo appunto vorrei ritornare sull'ambivalenza della tecnologia, partendo da un consiglio di lettura per poi raccontare come in casa facciamo a meno del wifi.

Leggi Tutto

Un'altra telefonata è possibile

In questi giorni un mio collega, appena sposato, mi ha chiesto che possibilità di consumo critico esistono per i servizi telefonici. Mi è scappato un sorrisetto di soddisfazione, perché avevo qualcosa da dire.

Leggi Tutto

Ma quanto tempo passi davanti al computer!

In casa siamo in cinque ed abbiamo due computer, si tratta di una tra le risorse più contese.

Leggi Tutto

A proposito di crisi economica

Ho trovato molto chiara la sintesi delle ragioni della attuale crisi presentata nel video "Chi ha ucciso la crescita economica?" prodotto dal Post Carbon Institute e disponibile su dotSUB.

Leggi Tutto

Imparare con i Gas

Conoscendoli direttamente, mi trovo spesso a parlare di gruppi di acquisto solidale (Gas); credo quindi che possa essere utile raccontare un po' di cosa si tratta, anche perché stanno mostrando caratteristiche evolutive interessanti.

Leggi Tutto

Genitori efficaci

Ho tre figli, e questo fatto mi colloca inequivocabilmente nella categoria dei padri. Come per tutti i padri, il rapporto con i figli mi procura sia difficoltà che soddisfazioni.

Leggi Tutto

Disarmiamo la finanza creatina

Non mi occupo quasi mai di mercati finanziari globali perché sono convinto che l'economia solidale debba starsene alla larga, ma mi rendo conto di essermi perso alcuni contributi importanti che l'umanità ha fornito in termini di creatività assurda.

Leggi Tutto

Il punto critico (tra acqua e gas)

Se vogliamo favorire la diffusione di comportamenti collaborativi che migliorano il benvivere di ciascuno insieme al benvivere collettivo non è necessario dirigere un partito né possedere un giornale o una televisione. Molto meglio provare ad influenzare direttamente l'opinione pubblica, ma bisogna capire quali meccanismi possono essere efficaci ed in quali condizioni.

Leggi Tutto

La guida al consumo critico

Da poco è stata pubblicata l'edizione aggiornata al 2012 della Guida al Consumo Critico del Centro Nuovo Modello di Sviluppo (Edizioni EMI).

Leggi Tutto

L'economia del noi gioca e vince

In un articolo precedente ho affermato candidamente che l'economia del noi, pur con tutte le sue difficoltà, funziona molto meglio dell'economia dell'io in cui siamo stati allevati. Potrà sembrare una butade, ma ha una sua giustificazione teorica.

Leggi Tutto