Logo
focsiv

News dal mondo della cooperazione, in Italia e all'estero.


Somalia: cash transfer per la popolazione

Il 61% della popolazione, 2,85 milioni, necessità d’aiuto da parte della comunità internazionale. La siccità continua a mietere vittime e le milizie di Al-Shabab stringono la rete attorno agli aiuti in cibo. Il Word Food Programme sostiene le ong che scelgono di effettuare trasferimenti diretti di denaro alla popolazione.

Leggi Tutto

FTT, una tassa per combattere povertà e cambiamenti climaticiRoma, 6 giugno 2011. Nei giorni dei negoziati ONU sui cambiamenti climatici (UNFCC) che si terranno a Bonn fino all’11 giugno prossimo, la FOCSIV presenta il documento dal titolo La Tassa sulle transazioni finanziarie (FTT) per le persone e il pianeta.

Leggi Tutto

Ong, un fondo internazionale per sostenere la società civileE’ nato un fondo per sostenerere l’operato delle organizzazioni della società civile che lottano per i diritti umani e la libertà. Si chiama Embattled NGO Assistance Fund (Fondo di assistenza alle ong in difficoltà) ed è la risposta di Freedhom House e di altre organizzazioni internazionali riunite in consorzio ai regimi autoritari di tutto il mondo.

Leggi Tutto

Partito Saharawi: Il Polisario è un problema per i saharawi

“Il Polisario sta diventando un problema per i saharawi”, apparendo, sempre di più ”come un fattore di disordine nazionale e internazionale”. Questo il racconto di una nostra lettrice che a Vps spiega come Salah Khatri si sia espresso annunciando la nascita di Rassemblement Sahraoui Démocratique (RSD).

Leggi Tutto

Sconfitto il governo della Tanzania: l’autostrada non si farà.A seguito delle numerose pressioni da parte di organismi internazionali, Ong ambientaliste e mondo del turismo, il progetto per la costruzione di un’autostrada nel bel mezzo del parco del Serengeti, è stato abbandonato.

 

Il governo proponeva, infatti, la costruzione di un’autostrada a due corsie per senso di marcia destinata a collegare l’area del Lago Vittoria con l’est del Paese passando all’interno del Parco Nazionale del Serengeti. La spaccatura creata avrebbe messo in serio pericolo i movimenti migratori di zebre e gnu che oggi rappresentano uno degli ultimi esempi di spostamento massiccio di animali in una zona considerata la più sensibile e la meno sfruttata. Inoltre, da questo sarebbe scaturito un effetto ancora più problematico per l’economia della Regione: il turismo sarebbe nettamente diminuito. La Tanzania rappresenta, infatti, una dei Paesi più visitati da turisti interessati all’esperienza del safari e della vacanza a contatto con una natura ancora selvaggia e primitiva.


L’organizzazione non profit Serengeti Watch cerca da anni di preservare sia l’ecosistema della Tanzania che le popolazioni coinvolte in questa disputa. Essa infatti sostiene che il discorso non riguarda la scelta tra lo sviluppo delle persone coinvolte e la preservazione della natura, ma il modo in cui permettere il loro sviluppo integrato. Costruire infrastrutture in Tanzania è di vitale importanza per la crescita economica di tutto il Paese, ma vi sono altre vie possibili, che cioè non mettano in pericolo una delle maggiori risorse economiche e di biodiversità qual è il Parco del Serengeti.


La proposta alternativa, avanzata proprio da Serengeti Watch, è di creare l’autostrada del Sud che non solo passi al di fuori dei confini del Parco, ma che attraversi anche le aree maggiormente abitate della Tanzania del sud, lasciando da una parte intatto il patrimonio naturalistico e, dall’altra, gettando le basi per lo sviluppo economico-commerciale dell’intera area.

Leggi Tutto

C'è un futuro per la cooperazione internazionale?

La cooperazione sta morendo, i paesi europei mancheranno di 13 miliardi di euro i loro obiettivi in materia di aiuto allo sviluppo per il 2010, in Italia per l'organizzazione del G8 dell'Aquila è stato speso più di quanto sia stato stanziato per la cooperazione. I dati e le riflessioni del convegno "Requiem per la cooperazione", organizzato da Cipsi e Cnca ed Enti locali per la pace.

Leggi Tutto

Latte in polvere: le ong boicottano la Nestlé

Laos: il lato “buono” della Nestlé non convince le ong. Che hanno denunciato come “ingannevole” la sua campagna pubblicitaria per il latte in polvere rinunciando così a mezzo milione di dollari stanziati dalla multinazionale per promuovere “progetti innovativi per acqua, nutrizione e sviluppo rurale”.

Leggi Tutto

Debito dei pvs: i risultati a 10 anni dal Giubileo

L'impegno sul debito estero dei paesi poveri ha dato buoni frutti, ma ancora molto resta da fare. L'Italia, da parte sua, ha cancellato 6,553 miliardi di euro, ma preoccupano i tagli all'aiuto pubblico allo sviluppo. E' quanto emerge dal rapporto Per una cittadinanza globale. Rapporto 2005-2010 sul debito che uscirà a breve pubblicato da Emi e traccia un bilancio della Campagna ecclesiale italiana lanciata nel Giubileo del 2000. Anticipiamo qui i contenuti principali

Leggi Tutto

Il Piemonte azzera la cooperazione. Il disperato appello della società civileOltre 350 soggetti piemontesi, ong, comuni enti e associazioni lanciano un appello per chiedere alla Regione Piemonte che non venga azzerato con un colpo di spugna il  sistema di solidarietà internazionale della regione.  Il Bilancio di Previsione 2011 infatti, se verrà confermato porterà a zero i fondi destinati al sostegno dei progetti di cooperazione

Leggi Tutto

Italia-Africa, questione di mozzarella

Il made in Italy sbarca in Tanzania. Mozzarella fresca, caciotte e provoloni, ma anche latte fresco e yogurt hanno sollevato l’economia di uno dei distretti più poveri del paese africano, dove le condizioni igienico-sanitarie e alimentari sono molto carenti e causa di una malnutrizione generale, in particolare tra i bambini fino ai 5 anni.

Leggi Tutto

Sbilanciamoci: sul Libro Bianco un futuro nero per la cooperazionePiù finanza e meno economia. Più aiuti al settore privato e meno fondi agli enti pubblici. Più interventi militari e meno diplomazia. E’ il bilancio in pillole della situazione italiana in materia di cooperazione allo sviluppo presentato oggi a Roma alla Fondazione Basso nel “Libro bianco sulle politiche pubbliche di cooperazione allo sviluppo in Italia” della campagna Sbilanciamoci! .

Leggi Tutto

Aiuto pubblico allo sviluppo: obiettivo mancato

L’Europa non sarà in grado di raggiungere l’obiettivo europeo per l’Aiuto pubblico allo sviluppo (APS) previsto per il 2010. E' quanto emerge dal rapporto annuale Aid Wach presentato oggi da CONCORD, la Confederazione europea delle ong per l’emergenza e lo sviluppo che rappresenta 18 reti internazionali e 24 associazioni nazionali degli stati membri dell'Ue.

Leggi Tutto

Cooperazione de-capitata

Da quando “la scure di Tremonti” si è abbattuta sugli enti locali, i fondi regionali per la cooperazione decentrata si sono ridotti del 20% in un anno. E per il 2011 il trend negativo italiano pare aggravarsi,. Mentre altri paesi europei, come la Germania, pur alle prese con la crisi economica, mantengono i propri impegni di solidarietà internazionale.

Leggi Tutto

Blogger per lo sviluppo

Giovanni Innella è un blogger come tanti. Ma a differenza di molti ha deciso di focalizzare il suo diario on line verso un progetto di cooperazione decentrata. Il progetto realizzato tra il comune di Nichelino, in provincia di Torino, e quello di Ouahigouya, in Burkina Faso.

Leggi Tutto

Documenti e normativa

Il libro bianco della cooperazione italiana 2012

aiuti3
E' disponibile on-line il Libro Bianco della Cooperazione Italiana. Raccoglie i documenti del Forum della Cooperazione Internazionale…

110 e lode

Il sequestro del diritto a produrre e la sicurezza alimentare. Terra e acqua negli standard internazionali

medium 6171741130
Viola Valenti Nel biennio 2007- 2008 il convergere di crisi a carattere globale come quella alimentare, economica e energetica hanno…

Cosviluppo

Piemonte-Senegal: immigrazione e cosviluppo

stranieri
Indagine sulle abitudini dei migranti senegalesi residenti in Piemonte nell'invio di rimesse nel paese d'origine, finanziata dalla Regione…

Dibattito in corso

Valore dell'aiuto, le vittime di guerre e crisi non valgono un Mondiale

Presentato oggi a Roma il rapporto di Agire sulle risorse per le emergenze. Il 2012 l'anno con il gap più alto del decennio tra le…

Buone Pratiche

Burkina Faso | La malnutrizione si combatte casa per casa

articolo lvia
In Sahel l'emergenza alimentare investe anche il Burkina Faso , dove la malnutrizione sta colpendo soprattutto i bambini. Claudio…

8 Marzo | A Maputo l’ecologia è donna

donne proplast_0
Qualcosa che le donne occidentali non farebbero mai? Una cooperativa per raccogliere e riciclare rifiuti, cosa che invece fanno 10 donne in…

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…