Logo
focsiv
Condividi

FOCSSIV-Chiara-Passatore-in-RomaniaMarco Alban, Chiara Passatore e Samuel Murage Kingori: sono loro i vincitori del Premio Volontariato Internazionale FOCSIV 2016, consegnato sabato 3 dicembre presso Palazzo Rospigliosi a Roma in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato del 5 dicembre.

La Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario ha previsto in questa XXIII edizione del Premio l’assegnazione di un riconoscimento per tre diverse categorie: accanto alla tradizionale categoria del Volontario Internazionale e a quella più recente, introdotta nel 2015, del Giovane Volontario Europeo, quest’anno è stato istituito il Premio Volontario del Sud. Mentre le prime due si rivolgono a chi lavora attivamente nel contesto di un paese estero o europeo, la nuova categoria nasce per valorizzare le persone, anche immigrate, che lavorano e si impegnano a favore dei propri paesi d’origine tramite la promozione di progetti di co-sviluppo dall’Italia, o di chi, invece, offre il suo servizio direttamente in loco.

FOCSIV - Marco Alban al Centro malnutritiCriterio preferenziale per la selezione dei vincitori quest’anno è stata l’attenzione allo sviluppo sostenibile. L’enciclica “Laudato sii” di Papap Francesco, la XXI Conferenza sul Clima COP21 di Parigi e diversi degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ricordano l’importanza della tutela dell’ambiente e della promozione di uno sviluppo che sia sostenibile e rispettoso del pianeta.

I tre volontari dell’anno sono stati scelti tra numerose candidature proposte dalle ONG federate. Una volta proposti i partecipanti per ogni categoria, sono stati gli utenti della rete a selezionare i finalisti per i tre premi tramite il sito dedicato; infine, una giuria tecnica ha proceduto con la selezione finale.

Tre Premi che raccontano tre persone e tre storie diverse, ma tutte legate dal servizio gratuito alla persona e alla comunità. Come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Solidarietà, gratuità, generosità, impegno. Valori senza confini, validi qui, nel nostro Paese, nella comune dimensione europea, in ogni parte del mondo. In un contesto come quello che viviamo, spesso caratterizzato dalla paura, dagli egoismi personali e di gruppo, da una logica del profitto talvolta spinta oltre il limite, queste parole possono sembrare a qualcuno illusorie, se non di maniera. Gli oltre sei milioni e mezzo di volontari italiani stanno a dimostrare che non è così. E in questo periodo in cui la paura aumenta, in cui cresce la tentazione di chiudersi nei propri steccati; in cui, nonostante segni positivi di ripresa, la crisi economica degli anni appena trascorsi fa ancora sentire i suoi pesanti effetti, specialmente tra le categorie più svantaggiate, è necessario rafforzare la solidarietà e la coesione di cui voi tutti siete testimoni e portatori. La vostra passione, la vostra opera costituiscono elemento fondamentale per il bene della nostra società”.

Marco Alban, vincitore del Premio Volontario Internazionale, è rappresentante di LVIA in Burkina e in Mali, dove lavora a progetti di intervento ambientale diretti ad uno sviluppo umano sostenibile. Marco è stato premiato “per il suo lavoro che negli anni ha sviluppato e intrecciato più dimensioni: sostenibilità, formazione e cultura, sostegno a soggetti sociali ed economici impegnanti nella lotta alla malnutrizione e nello sviluppo agro-pastorale, inclusione sociale che gli permette di essere “ambasciatore del territorio” al servizio dello sviluppo umano […] e di ecologia integrale”.

Educazione, integrazione e infanzia sono invece i settori in cui Chiara Passatore lavora come volontaria del Servizio Civile per IBO Italia in Romania. FOCSIV ha conferito a Chiara il Premio Giovane Volontario Europeo “perché Chiara lega strettamente passione e professionalità con advocacy e promozione dei diritti nelle zone più disagiate della ricca Unione Europea, in una realtà difficile come quella della Moldavia romena”.

Anche Samuel Murage Kingori a Nyahururu in Kenya dedica il suo lavoro e la sua vita ai diritti dell’infanzia e ai bambini che vivono situazioni di difficoltà. Il Presidente del National Government Constituency Development Fund della Regione di Nyahururu, Kenya e volontario per il Saint Martin Catholic Social Apostolate, è il primo vincitore del Premio Volontario del Sud, “per la rilevanza della dimensione formativa e culturale della sua attività e per aver affiancato al suo compito d’insegnante e di operatore sociale, l’impegno volontario per i bambini vulnerabili, in particolare per i bambini di strada, prodigandosi per la soluzione dei loro problemi: un impegno professionale vissuto anche fuori orario nella costante attenzione ai bambini con più difficoltà”.

Oltre ai tre volontari dell’anno, nella stessa giornata altre due persone sono state insignite di due Menzioni Speciali: Suor Angel Bipendu Nama, medico del CISOM – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, e Carlo Catanossi, Presidente del Gruppo Grifo Agroalimentare, che produce la “Caciotta della solidarietà” a sostegno dei territori del centro Italia colpiti dal sisma l'estate passata.

FOCSIV-Samuel-Murage-Kingori-in-KenyaIl XXIII Premio Volontariato Internazionale FOCSIV 2016 ha coinvolto numerosissimi enti e personalità: Fondazione Missio, Forum Nazionale Terzo Settore, Coldiretti, 8x1000 Chiesa Cattolica e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM)-Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo sono tutti Partner dell’iniziativa. Come sempre è stata preziosa anche la collaborazione degli “Amici del Premio”: Mondo e Missione, Missioni Consolata, Unimondo, Rete Sicomoro, EMI, Repubblica Mondo Solidale, Volontari per lo Sviluppo, Festival Ottobre Africano e Associazione Joint. Sponsor tecnici Raptim Humanitarian travel e Brussels Airlines e con il contributo di UBI Banca.

Inoltre il Premio ha ricevuto per la seconda volta la Medaglia del Presidente della Repubblica oltre che il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, del Ministero dell'Interno, del Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, del Pontificio Consiglio della Giustizia e Pace, dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e della RAI–Segretariato Sociale. L’iniziativa, infine, gode anche dell'alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

Leggi il discorso del Presidente della Repubblica in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato.