Logo
focsiv
Condividi

prosperityRiduzione dell'orario di lavoro, aumento delle indennità di disoccupazione, maggiore tassazione delle società per azioni, pacchetti di stimolo economico a chi fronteggia il cambiamento climatico. Queste e molte altre le proposte contenute nel nuovo rapporto dell'autorevole Club di Roma - "Reinventare la prosperità - gestire la crescita economica per ridurre disoccupazione, disuguaglianze e cambiamento climatico".  Una ricetta di 13 pratiche politicamente realizzabili che vadano a favorire la maggioranza della popolazione invitando ad una diversa gestione dello sviluppo economico. 

Graeme Maxton e Jorgen Randers, autori del rapporto, ritengono che il sistema economico attuale sia ben lontano dal risolvere le sfide del nostro tempo, dal momento che queste non sono più le priorità del sistema stesso. Oggi, disuguaglianza e disoccupazione non si eliminano con la pura crescita economica. Le tredici politiche possono permettere ridurre la disoccupazione e le disuguaglianze oltre a rallentare il ritmo del cambiamento climatico. Inoltre, le sfide del futuro si moltiplicheranno a causa della robottizzazione del lavoro, l'invecchiamento della popolazione e la disponibilità di minori risorse.

Per questi motivi  Maxton e Randers ritengono necessario cambiare strumenti e approccio nelle strategie di sviluppo economico. I piani di sviluppo sul breve e lungo periodo devono inoltre prendere sempre più in considerazione le preoccupanti condizioni climatiche. In linea generale, l'impronta ecologica collettiva sarebbe ridotta attravero una redistribuzione del lavoro e dei salari.

La raccomandazioni specifiche invitano alla riduzione oraria del lavoro, aumentare la soglia del pensionamento per rendere le persone anziane indipendenti fino al momento desiderato, ridefinere il "lavoro retribuito" considerando le necessità di coloro che si prendono cura di altre persone a casa, aumentare le indennità di disoccupazione, aumentare le tasse delle società per azioni e dei più ricchi per redistribuire i profitti, stabilire paccheti di stimolo economico rivolti al cambiamento climatico, tassare maggiormente l'energia fossile, ridurre le tasse sul lavoro aumentando quelle sull'utilizzo delle risorse naturali, aumentare le tasse di successione per ridurre la disuguaglianza, promuovere la  cresciata delle unioni sindacali, ridurre il commercio dove i danni ambientali sono maggiori, incoraggiare meno nascite e introdurre un salario minimo per coloro che lo necessitano.
reinventing-pro-hp-350x350

Queste proposte, presentate dettagliatamente nel rapporto appena pubblicato dal Club di Roma, si pongono come obbiettivo quello di migliorare il benessere della maggioranza della popolazione dei paesi industrializzati. Nonostante gli autori siano consapevoli del fatto che alcune delle pratiche possono apparire molto radicali, affermano di essere ottimisti dal momento che queste politiche "sono realizzabili perché offrono benefici immediati alla maggioranza democratica, non solo rendendo il mondo migliore ma provvedendo miglioramenti sul breve periodo a molte persone".


 

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…