Logo
focsiv
Condividi

24870749895 53d8b69dd9 bTra pochi giorni ricorrerà il terzo anniversario del naufragio accaduto il 3 ottobre 2013 a largo di Lampedusa in cui persero la vita 368 persone, provenienti per lo più dall'Eritrea. Oggi, grazie al lavoro del Comitato 3 Ottobre, questa data è riconosciuta come Giornata della Memoria e dell'Accoglienza a livello nazionale, con una legge entrata in vigore il 16 aprile. La situazione dei rifugiati e migranti rappresenta uno dei problemi più gravi che il mondo affronta ormai da anni. Al momento attuale sono calcolati quasi 65 milioni i migranti forzati e circa 21 milioni i rifugiati.

di Federico Rivara

Per la prima volta questo fenomeno rappresenta il tema principale dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite al summit di New York del 19 settembre. Il fenomeno delle migrazioni ha ormai assunto dimensioni globali.

Come testimonia il rapporto  Reality Check appena pubblicato da Medici senza Frontiere, che illustra nove tra  le situazioni più drammatiche in cui l'organizzazione opera. Vengono riportati 5.749 persone decedute alle frontiere di tutto il mondo soltanto negli ultimi dodici mesi, 75.000 persone bloccate nel deserto tra Giordania e Siria senza la necessaria assistenza dal 21 giugno 2016, 350.000 rifugiati somali a Dadaab, in Kenya, nel più grande campo rifugiati del mondo che Nairobi minaccia di chiudere, 2,6 milioni di persone costrette ad abbandonare le proprie case in Nigeria a causa degli attacchi di Boko Haram e oltre 300.000 persone in fuga dall'America Centrale verso Messico e Stati Uniti.

Loris de Filippi, presidente di MSF Italia, coloro che "alzeranno la mano per votare l’adozione della Dichiarazione di New York sono già oggi responsabili della violazione dei principi espressi in quel documento e hanno aggravato questa crisi globale attraverso la costruzione di muri e barriere".

 

Mentre il sindaco di Milano Giuseppe Sala invita a definire l'immigrazione non più un'emergenza ma una "costante problematica da gestire", realtà come quella del Comitato 3 Ottobre nascono con la mission di affiancare attività concrete di accoglienza e tutela dei migranti ad iniziative simboliche.

Come quelle che caratterizzano la giornata del 3 ottobre durante la quale "le istituzioni della Repubblica, nell'ambito delle rispettive competenze, promuovono apposite iniziative, nelle scuole di ogni ordine e grado, anche in coordinamento con le associazioni e con gli organismi operanti nel settore, al fine di sensibilizzare e di formare i giovani sui temi dell'immigrazione e dell'accoglienza" come si legge nella legge approvata dalla Camera il 16 marzo 2016.

 

Il luogo più indicato per lavorare in vista del 3 ottobre sono proprio le scuole. Per questo motivo è stato pensato, in collaborazione tra l'Alto Commissariato delle Nazioni Uniti per i Rifugiati, il Ministero dell'Istruzione e il Comitato 3 ottobre, il sito Viaggi da Imparare , un ricco insieme di percorsi didattici con lo scopo di sensibilizzare gli studenti sul tema, conoscere le storie dei migranti e approfondire la realtà dei paesi da cui provengono. I tre percorsi sviluppati su Viaggi da Imparare  permettono di approfondire la conoscenza del viaggio dei migranti,  la situazione che vivono  una volta giunti in Italia, dagli attori coinvolti e le procedure d'asilo fino alla situazione dei minori.
L'Iniziativa è stata presentata durante il webinar "Educare alla Memoria e all'Accoglienza" organizzato da ONG 2.0

 

:

 

Photo Credit:More than 10,000 refugee children missing in Europe via photopin (license)