Logo
focsiv
Condividi

hatty-barthorp-007Fare il cooperante non è un lavoro semplice. Spesso si opera in paesi a rischio sociale, sanitario e ambientale. Malattie più o meno serie, ma anche rischi connessi a catastrofi naturali, conflitti, violenze sono concretamente possibili nella maggior parte dei paesi in cui si va ad operare. E' per questo che è assolutamente fondamentale essere informati e ben preparati, senza paura, ma con consapevolezza. Qui potete trovare un'utile guida sanitaria per espatriati, redatta da Siscos, agenzia di assicurazioni e servizi per la cooperazione. Per evitare di diventare noi stessi un aggravio per quelle situazioni che - forse - volevamo contribuire a risolvere. 

Da quali vaccini sono necessari nelle diverse aree del pianeta fino a come comportarsi in caso di terremoti ed eruzioni vulcaniche, passando per cosa portare in valigia e come tutelare la propria sicurezza in auto, negli hotel e al ristorante. La "Guida sanitaria per espatriati" offre moltissimi suggerimenti concreti per chi deve partire, ma anche per chi è già rientrato, ad esempio l'elenco dei centri specializzati in Italia in malattie tropicali.

Diviso in otto sezioni: Sicurezza, Quali rischi?, Informarsi, Proteggersi, Sul field, Rientrati in Italia, I centri in Italia e un focus specifico su Ebola, questo manuale è pensato con un approccio diretto e sintetico per un’immediata gestione dei problemi, con una serie di link per approfondimenti sui migliori siti internazionali. Una guida ragionata alle migliori risorse della rete in tema di protezione del personale impegnato nei paesi di intervento che, grazie all’aggiornamento costante dei siti consigliati, offre informazioni sulle emergenze sanitarie in tempo reale.

Il manuale è stato realizzato dal Dott. Claudio Ceravolo, Presidente di Coopi, medico esperto di Cooperazione Internazionale.

Consulta la Guida Sanitaria

Schermata 2016-01-12 alle 14.35.03