Logo
focsiv
Condividi

Il 10 maggio è l'anniversario della sentenza per il genocidio contro la popolazione ixil in Guatemala. Un anno fa il Generale Efraín Ríos Montt era stato condannato per genocidio e per il delitto di crimini contro l'umanità, e condannato a 80 anni di prigione.

justicia

10 giorni dopo, il verdetto di colpevolezza è stato annullato dal tribunale costituzionale del Guatemala, rivelando totalmente l'apparato di impunità, ma il processo continua ad essere un evento storico e senza precedenti - la prima volta in tutto il mondo che un ex-capo di Stato è stato processato per genocidio in un tribunale nazionale. Inoltre, il processo per la prima volta nelle Americhe ha portato a giudizio il genocidio dei popoli indigeni.

Quest’anno nel primo anniversario della sentenza per genocidio, associazioni e ong internazionali, tra cui CISV, si uniscono per commemorare la importanza storica di quel giorno, leggendo brani della sentenza contro Rios Montt:

"No queremos que hechos de esta naturaleza vuelvan a repetirse, creemos en realidad que para que exista paz en Guatemala debe existir previamente justicia."

"Non vogliamo che fatti di questo genere si ripetano, crediamo davvero che, affinchè in Guatemala ci sia pace, debba prima esserci giustizia"

Più informazioni qui: http://nisgua.blogspot.com/2014/05/accion-mundial-por-el-primer.html?spref=t 

 

Leggi anche:

No al femminicidio | La campagna di CISV contro la violenza sulle donne

Guatemala | Eterna impunità?

Storico processo per genocidio in Guatemala

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…