Logo
focsiv
Condividi

Il 25 novembre l'ong CISV celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ricordando ai governi il dovere di assumersi le responsabilità nel prendere accordi internazionali per la difesa dei diritti della donna e per garantire a tutti un accesso effettivo alla giustizia.

Con un video l'ong lancia una campagna contro il femminicidio, un abominevole orrore che si sta moltiplicando sia in Europa che in America Latina senza che si prendano adeguati provvedimenti: basti pensare che in Italia nel 2012 sono state uccise 137 donne e questo non ha destato scalpore.

 

No alla violenza in tutto il mondo

violenza donneGUATEMALA

il paese con più alto numero di “femminicidi” di tutta l’America Latina, CISV lavora nel Quichè con le donne Maya Ixhiles vittime di violenza, doppiamente discriminate in quanto maya e in quanto donne. Qui il 25/11 si svolgerà una marcia di tutte le organizzazioni femminili del Paese, che culminerà in un forum su tre grandi temi: 1 violenza di genere, 2 violenza legata alle risorse naturali e alle grandi imprese che violano i diritti dei popoli indigeni 3 violenza politica, justicia e impunidad. Per l’occasione verrà presentata ufficialmente la prima puntata della radio-novela "Mujer, tu vida mi vida" realizzata dalle donne della Red, Rete di coordinamento delle maya Ixhiles, che insieme a CISV ha creato un centro di accoglienza per le vittime di violenza.

HAITI

Ad Haiti in seguito al terremoto del 2010 e ai problemi della ricostruzione la situazione di donne e bambine è peggiorata drammaticamente. Il 25/11 verrà presentato un video dedicato al tema della violenza domestica con armi di piccolo taglio (sic!). Nel Paese CISV lavora con l’associazione femminista Kay Fanm, unica nel suo genere perché è la sola che fornisce assistenza a 360 gradi: medica, psicologica, legale, economica… Kay Fanm è inserita in una piattaforma nazionale di ong femministe che di recente sono riuscite a far approvare una legge contro la violenza familiare.

SENEGAL

In Senegal CISV lavora per la formazione professionale delle donne di Louga. L’obiettivo è che possano trovare un lavoro per integrare il modesto reddito familiare, contribuendo così a debellare la piaga della mendicità infantile: nata da antiche tradizioni educative ma purtroppo oggi ancora diffusa e sfruttata da adulti senza scrupoli. Il 25/11 prenderà l’avvio un nuovo corso di formazione per sarte.

ITALIA

In Italia CISV sostiene donne e ragazze rifugiate provenienti dal Corno d’Africa, offrendo loro accoglienza abitativa, cure mediche, accompagnamento alla formazione e al lavoro. Il 25/11 le ragazze faranno una festa per celebrare la loro “liberazione” da contesti di miseria e guerra, nella nuova Casa di accoglienza inaugurata a Torino lo scorso settembre.

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…