Logo
focsiv
Condividi

pompei ecologicaUna nuova proposta  tutta green è iniziata nel sito  archeologico di Pompei. Una campagna di riciclo e di riuso dei rifiuti che vede come protagonisti i migliaia di turisti che ogni giorno visitano l'area.

Si respira aria nuova ed…ecologica a Pompei. L’ente di gestione del parco, insieme al Consorzio Nazionale Imballaggi  e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, della Regione Campania, del Parco Nazionale Vesuvio e di Legambiente Campania, ha inaugurato nei giorni scorsi un progetto per il potenziamento della raccolta differenziata nell’area degli Scavi di Pompei, e in genere nel Parco Nazionale del Vesuvio.

D’ora in poi, ciascuno dei visitatori riceverà un sacchetto ecologico in cui gettare i rifiuti prodotti durante la visita. Nel corso del tour, i visitatori troveranno un percorso di riciclo, strutturato in 80 isole ecologiche a basso impatto ambientale, con un design volto a integrarle con l’architettura dell’antica città. Una campagna di sensibilizzazione accompagnerà l'iniziativa.

Dai rifiuti correttamente differenziati verranno prodotti nuovi oggetti:dalla plastica si produrranno coperte in pile, panchine e pali della luce, alluminio e  acciaio daranno forma a caffettiere, cerchioni di auto e biciclette, dalla carta nuova carta. Nel contempo, il Comune di Pompei riceverà i profitti proveniente dalla vendita dei rifiuti. 

Una bella idea rivolta ad accrescere il senso civico all’interno di un sito archeologico tra i più celebri e visitati.