Logo
focsiv
Condividi

carta_di_trentoNata all'inizio del 2008 come provocazione, nella carta sono stati pensati 10 punti su cui le varie organizzazioni (ma anche istituzioni) riflettessero e mandassero il proprio contributo. Il documento è stato promosso sul sito di Unimondo, sulla brochure del seminario "Nuova cooperazione" (inviata a varie organizzazioni/enti locali/nazionali) e acquistando degli spazi pubblicitari.

 

 

A marzo, durante il seminario "Nuova cooperazione", la Carta è stata ripresa e discussa insieme ai partecipanti alla giornata. Prima e dopo il seminario sono stati raccolti gli spunti e le riflessioni inviate dalle organizzazioni che poi sono diventate le promotrici della Carta. I promotori si sono di seguito incontrati più volte per definire il documento. A luglio si è arrivati alla versione definitiva che è stata resa pubblica a partire da agosto.
La Carta si inserisce nel percorso della World Social Agenda che quest'anno focalizza l'attenzione sull'ottavo obiettivo della Campagna del Millennio delle Nazioni Unite (sul concetto di partnership globale).
A parte i vari punti, che presentano delle riflessioni interessanti su come la cooperazione dovrebbe evolversi, è importante sottolineare che questo documento è il prodotto del lavoro in rete di vari soggetti che hanno sentito forte l'esigenza di fermarsi e rivedere "il modo di cooperare", in previsione, anche, di una modifica della legge 49/87 sulla cooperazione internazionale.