Logo
focsiv
Condividi

donne proplast_0Qualcosa che le donne occidentali non farebbero mai? Una cooperativa per raccogliere e riciclare rifiuti, cosa che invece fanno 10 donne in Mozambico. Con grande successo.

Nasce a Maputo, capitale del Mozambico, COMSOL una cooperativa di sole donne, ex-catadores, ovvero raccoglitrici informali di rifiuti nelle discariche. COMSOL, di cui l’ong LVIA è partner, si occupa della raccolta porta a porta dei rifiuti nel quartiere di Sommershield, a Maputo. L’idea della cooperativa è quella di ‘accompagnare’ le donne affinchè riescano ad organizzare una filiera economicamente redditizia di riciclaggio dei rifiuti che prima le donne già praticavano in modo informale e ognuna per sé.

Perchè le donne? "Perché le donne sono quelle che hanno meno opportunità professionali, sono le più emarginate e hanno meno accesso al lavoro" sostiene Giovanni Armando di Lvia "Ma rendere economicamente autonoma una donna significa aiutare la sua emancipazione con benefici importanti per tutta la sua  famiglia e nella società".

L’idea nasce in seguito al successo di Recicla, il Centro di riciclaggio della plastica e Fertiliza, il Centro di valorizzazione dei rifiuti organici, cooperative legalmente riconosciute, anche loro gestite al femminile. Mentre la prima valorizza circa 20 tonnellate al mese di plastica di vario tipo, che rivende ad imprese locali e rappresenta anche una fonte di reddito per migliaia di persone, Fertiliza ricicla ogni mese circa 15-20 tonnellate di rifiuti organici, producendo mensilmente tra le 3 e le 4 tonnellate di compost. Il compost, venduto localmente, è certificato e la sua qualità testata periodicamente.

Un connubio quello fra le donne e il riciclaggio che valorizza i rifiuti, educa all’ambiente e implementa il genere femminile nel lavoro.

Qui sotto lo spot di promozione dell'attività realizzato da un'agenzia mozambicana

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…