Logo
focsiv
Condividi

neveSappiamo che una giornata di sport in montagna è un toccasana, ma se servisse anche a produrre energia? Sembra fantatecnologia, ma è già realtà, da quest'anno, nell'area turistica Val D'Ega, in provincia di Bolzano, una delle zone più soleggiate dell'Alto Adige.

Presso l'area sciistica di Carezza sono stati attivati i primi tappeti energetici delle Alpi. Gli sciatori che prenderanno la cabinovia Hubertus calpesteranno uno speciale tappeto, in grado di convertire il peso e i passi umani in energia pulita. Per ora l'energia accumulata, pari a circa 34.000 Joule, ha contribuito a far funzionare la funivia stessa. Da diversi anni la Val D'Ega ha scelto di compiere passi in avanti nell'ottica di un turismo sempre più ecocompatibile, attraverso misure pilota sui temi del risparmio energetico e della produzione di energia da fonti rinnovabili. Un obiettivo primario è quello di potenziare l'efficienza energetica dei comuni di Arosa (in Svizzera) e di Carezza attraverso la messa a punto di una serie di iniziative congiunte; in parallelo, i comuni si propongono di diminuire le proprie emissioni di CO2 nell'ambito degli impianti di risalita e, in generale, nella gestione delle strutture sciistiche. Per chi vuole saperne di più sul turismo sostenibile nelle Alpi, è possibile consultare il sito di Alpine Pearls, un network internazionale di località montane (tra queste, 16 sono italiane) che propongono vacanze ecocompatibili, con un focus sul tema della mobilità dolce.

Per maggiori informazioni: www.eggental.com/it  www.alpine-pearls.com