Logo
focsiv
Condividi

NER 200507_WFP-Stephanie_Sa_1In Sahel è emergenza fame e bisogna agire subito. Lo hanno denunciato le ong italiane, l'Onu e la Fao, che oggi avverte: "sono necessari almeno altri 75,4 milioni di dollari per dare assistenza a circa 790.000 famiglie". Tutti i numeri per capire la gravità della crisi alimentare in corso in un'infografica de Il Guardian.

13 milioni sono le persone a rischio, in un'area dove la malnutrizione colpisce già il 10% della popolazione, con punte del 15% e anche oltre e riguarda circa 1 milione di bambini.  "Tutti i segnali indicano che la siccità sta diventando una catastrofe se non si agisce presto. Il mondo non può permettere che questo succeda e uno sforzo concertato si rende necessario per impedire che a decine di migliaia di persone muoiano per l'inazione internazionale", ha detto alla Bbc Mamadou Biteye, direttore dell'Oxfam per l'Africa Occidentale.

Le piogge del 2011 sono state insufficienti e hanno generato un raccolto deficitario (25% in meno rispetto all'anno precedente), a cui è seguito l'aumento dei prezzi dei beni alimentari, soprattutto dei cereali.

La Fao insieme ai suoi partner lavora per fermare il meccanismo per cui si passa da una crisi all'altra ''fornendo programmi di cash for work, cibo fattori produttivi agricoli e formazione a quei settori di popolazione che ne ha maggiore bisogno, oltre a pianificare interventi di piu' lungo periodo per proteggere e ricostituire i mezzi di sussistenza dei contadini e dei pastori'', spiega Jose' Graziano da Silva. Sinora sono stati mobilitati solo 5,6 milioni di dollari, rimangono da stanziare ancora 69,8 milioni di finanziamenti

Map---Sahel-food-crisis-001


Fonte infografica: 

http://www.guardian.co.uk/global-development/graphic/2012/mar/09/sahel-food-crisis-map

Leggi anche:

La carestia in Sahel è realtà

Mali, ribellione tuareg: in fuga 50mila persone

Newsletter

 

Corsi e webinar di Ong 2.0

Lavorare nella cooperazione internazionale, il nuovo percorso di formazione 2017

outdoor-1807522 1
Dal risk management nei Paesi a rischio, all’amministrazione di un progetto; dal Project Cycle management, all’approccio di genere fino alle…